La struttura, interna al Partito Rivoluzione Animalista, si occupa di tutte le attività che ruotano attorno alla cinofilia, amatoriale e professionale. Obiettivo primario è la salvaguardia del benessere animale in questo delicato settore che da un lato rappresenta una eccellenza italiana ed un importante ambito economico ed occupazionale (che va supportato e regolamentato), dall’altro lato è una attività che può facilmente prestarsi a forme di maltrattamento animale, di sfruttamento senza scrupoli dei cani e di varie forme di illegalità. Il team di Rivoluzione Animalista che si occupa di cinofilia ha attivato da alcuni mesi delle indagini conoscitive sulle varie attività connesse al mondo della cinofilia, coinvolgendo anche i vertici dell’Enci e di alcune Società Amatoriali di razze canine (SAS, CAPB, ecc.) per verificare l’eventuale presenza di forme di maltrattamento nelle attività sportive che utilizzano i cani (IGP, Agility, ecc.), negli allevamenti e nelle esposizioni (gare di bellezza). Questa attività di monitoraggio rappresenta una importante base conoscitiva per l’attivazione di segnalazioni mirate alle autorità competenti ma anche per la messa a punto di opportune campagne di sensibilizzazione. Le approfondite indagini del Dipartimento Cinofilia contribuiranno inoltre all’introduzione di specifiche norme nella nuova legge quadro di tutela degli animali su cui il Partito Rivoluzione Animalista sta impegnando da tempo notevoli risorse.